Sneaker Munich Massana Turchese Turchese 2017 Nuovo Perfezionare Preordinare

B0135WV6QQ

Sneaker Munich Massana Turchese Turchese

Sneaker Munich Massana Turchese Turchese
Sneaker Munich Massana Turchese Turchese Sneaker Munich Massana Turchese Turchese Sneaker Munich Massana Turchese Turchese Sneaker Munich Massana Turchese Turchese Sneaker Munich Massana Turchese Turchese

In quattro anni "è cambiato tutto, proprio tutto". Mario Draghi ricorda la drammatica situazione di novembre 2011 per l'Europa, ma soprattutto per il risparmio e il lavoro degli italiani, e osserva i progressi compiuti fino ad oggi, con la discesa verticosa dei tassi di interesse e la messa in sicurezza del risparmio nazionale ed europeo. "Whatever it takes" è stata la frase che più ha segnato la presidente della Bce da parte di Mario Draghi, "faremo tutto il necessario". Lo affermò tre anni fa, quando l'Unione economica e monetaria era a rischio, lo riafferma oggi in un'intervista al Sole 24 Ore per ribadire che la Bce farà la sua parte fino in fondo , adottando tutte le azioni necessarie per portare l’inflazione vicino al target del 2% e stimolare la ripresa ancora fragile. Giovedì la Bce si riunisce per stabilire la nuova strategia di politica monetaria , il menu di strumenti "è già imponente", ma le decisioni non sono ancora prese.

L'andamento dell'inflazione continua a preoccupare nel breve termine, mentre nel medio-lungo periodo si stanno mettendo in campo le misure per riportarla nell'area prevista dagli obiettivi europei .

  1. Scozia: via al primo campo eolico in mare aperto

Via al primo, gradissimo, impianto eolico in mare aperto , lungo la costa nord est della Scozia e in grado, da solo, di alimentare il fabbisogno di 20 mila case. Il campo eolico, il cui nome è  Hywind , sarà formato da torri mastodontiche alte circa 600 metri e le cui braccia saranno di 75 metri, per un peso complessivo di 11 mila tonnellate.

2.Turchia: 17 giornalisti di opposizione a processo con l’accusa di terrorismo, se condannati rischiano fino a 43 anni di carcere.

Diciassette tra giornalisti e amministratori del giornale di opposizione Cumhuriyet  sono in carcerazione preventiva in attesa di essere processati per l’accusa di aver sostenuto un’organizzazione terroristica anti governativa. Se condannati la pena potrebbe superare i 40 di carcere. Il processo inizia oggi.

3. USA “un messaggio al mondo da 100 mila tonnellate”

Così il presidente Trump ha definito l’entrata in servizio della porta aerei Gerald R. Ford, costata 13 miliardi di dollari.

“Questa nave è la più grande della flotta americana e una delle più potenti al mondo. E’ un messaggio al mondo per dire che gli USA, non sono secondi a nessuno. Ovunque questa nave comparirà all’orizzonte i nostri alleati si sentiranno al sicuro e i nostri nemici avranno paura, perché tutti sapranno che l’America sta arrivando”.

4. Le industrie automobilistiche tedesche hanno fatto cartello?

Se lo chiede lo Spiegel riportando il fatto che, negli anni, centinaia di dirigenti di Volkswagen Mercedes-Benz e BMW avrebbero partecipato a circa 60 gruppi di lavoro a porte chiuse. Il giornale teme che lo scopo degli incontri fosse quello di fare cartello,  tenere una condotta non competitiva e fare cartello sia sullo sviluppo delle vetture, sia sui sistemi di controllo delle emissioni .

5. L’ospedale di Londra che ha in cura Charlie Gand sta ricevendo minacce continue

Lo staff del Great Ormond Street Hospital di Londra, che ha in cura il piccolo  Charlie Gand  sta ricevendo continue minacce, anche di morte, sia per lettera, che per telefono, che di persona, per strada e persino le famiglie di altri pazienti sono state importunate.

  • Industry 4.0
  • Finanza Personale
  • Testo-
    Testo+
    Commenta
    Stampa

    Fortemente voluta dal consiglio di corso di laurea dell’ingegneria dell’informazione coordinato dalla Prof. Antonella Molinaro ed approvata all’unanimità dal senato accademico e dal consiglio di dipartimento DIIES guidato dal Prof. Giacomo Messina è stata conferita la laurea alla memoria a Valeria Morabito, la giovane studentessa di ingegneria dell’informazione dell’Università Mediterranea, scomparsa prematuramente a soli 21 anni lo scorso mese di Giugno, a causa di un incidente stradale.

    Figlia del Professore Carlo Morabito, docente della stessa università, era molto conosciuta e ben voluta da tutti. Valeria era una ragazza molto studiosa e il suo percorso universitario sembrava piuttosto rapido. Era riuscita ad affrontare regolarmente con ottimo profitto tutti gli esami e per lei arrivare alla laurea era un sogno. Un sogno che purtroppo si è infranto quando la sua vita si è fermata nel tardo pomeriggio del 6 giugno a seguito di un drammatico incidente stradale nel primo tratto dell’A2 nella carreggiata in direzione Nord, nei pressi dello svincolo di Reggio Calabria porto. Era la gioia e la serenità di una famiglia che da quel momento vive nel dolore, nel ricordo ma anche nella certezza che lei, ragazza piena di vita, solare e sempre con il sorriso, è in fondo sempre lì con loro.

    La pergamena di laurea è stata consegnata ai genitori di Valeria in un clima di grande commozione e partecipazione della comunità studentesca, del personale e dei docenti dell’università Mediterranea. Molti dei presenti avevano condiviso con lei lo studio ma anche tanti momenti liberi.La commissione di laurea è stata presieduta dal Prorettore Vicario Prof. Santo Marcello Zimbone, composta da tutti i membri del senato accademico e dal Prorettore dell’Università di Napoli.

  • Calcolatori
  • Professioni
  • Visto il brillante curriculum di Valeria, il consiglio del corso di laurea diIngegneria dell’informazione ha proposto il voto di 110 su 110 con lode al consiglio di dipartimento DIIES e al senato accademico, approvato e decretato dalla commissione all’unanimità. Alla fine la gratitudine del papà di Valeria, Prof. Carlo Morabito che commosso, ha ringraziato per la vicinanza di tutta la comunità accademica della Mediterranea gli amici, i colleghi e l’associazione E.U.Re.Ca.di cui Valeria faceva parte.